Tutti a casa, tutti in casa; le giornate in famiglia (poco smart) con i bambini e tutto il resto - Corbelli 1958
Tutti a casa, tutti in casa; le giornate in famiglia (poco smart) con i bambini e tutto il resto

Mamma, maestra, cuoca, giardiniera e nel tempo libero smart working !   Eccomi qua, rigorosamente senza pigiama, in abbigliamento comfort pronta ad affrontare una nuova giornata insieme a tutta la mia “tribù” maschile! Questa è la realtà che sto vivendo da ormai più di un mese, da quando le scuole sono state chiuse e così … Continua a leggere Tutti a casa, tutti in casa; le giornate in famiglia (poco smart) con i bambini e tutto il resto

Mamma, maestra, cuoca, giardiniera e nel tempo libero smart working !

 

Eccomi qua, rigorosamente senza pigiama, in abbigliamento comfort pronta ad affrontare una nuova giornata insieme a tutta la mia “tribù” maschile! Questa è la realtà che sto vivendo da ormai più di un mese, da quando le scuole sono state chiuse e così pure la mia amata azienda.

Una parola che sento dire pressoché in continuazione è “mamma … mamma!”. Non so voi, ma io non vedo l’ora di rientrare in ufficio per sentir dire di nuovo il mio nome!

Sono moltissime le cose che i nostri bambini ci stanno insegnando: la pazienza, l’entusiasmo per le piccole cose, la capacità di sentirsi felici nonostante tutto… sono una vera scuola di vita per noi adulti!

Anche se all’improvviso le loro abitudini sono state sconvolte, ogni giorno nelle conversazioni con gli amici li senti usare solo parole positive. Per loro, ormai da giorni, niente più scuola né compagnia degli altri ragazzi, niente più giochi al parco o i loro sport preferiti, niente più abbracci degli amati nonni; tuttavia i nostri bambini affrontano questa nuova normalità sempre con il sorriso e in quel sorriso noi genitori troviamo la forza per far andare avanti tutto!

Nella nostra nuova routine, inevitabilmente abbiamo messo da parte alcune abitudini, come andare a letto presto, fare il sonnellino pomeridiano, evitare i videogiochi dopo cena… Ci sara’ tempo per rientrare nei ranghi, adesso è il momento di lasciar loro un po’ di libertà, almeno in casa!

Allo stesso tempo però, in questo periodo strano per tutti, dobbiamo approfittare del dono prezioso che è il tempo trascorso con i nostri figli e, perché no, provare a trarne qualcosa di buono per tutta la famiglia! Ad esempio, abbiamo inserito delle nuove consuetudini che vorremmo mantenere anche quando ritorneremo alla normalità; abbiamo trasformato in gioco diverse buone abitudini, come quella di lavarsi i denti oppure quella di riordinare le ceste dei giochi, perché il gioco può rendere tutto più semplice e automatico… e soprattutto, può evitare qualche sgridata di mamma!

Le giornate in casa sono molto lunghe, ma tra il lavoro, rigorosamente in modalità “smart-working”, come piace adesso dire, e i figli, finora non c’è proprio stato tempo di annoiarsi!

La parola d’ordine è “tenere impegnati i bambini”, ma ben venga un po’ di noia pure per loro, se può stimolare ancora di più la loro creatività.

Essendo mamma di due bambini in fasce di età molto diverse, 13 e 4 anni, in famiglia stiamo cercando di accontentare un po’ entrambi.

Il più grande dei due ormai tende a passare molto tempo in camera sua. La porta chiusa, con appeso il cartello don’t disturb”, sembra volerci dire: adolescenza, sto arrivando!

La piccola “teppa” di casa è quello che vivacizza la nostra quotidianità. È una carica continua di energia che ha bisogno di tenere sempre le mani impegnate. Per fortuna, ci sono le maestre della scuola dell’infanzia che corrono in nostro soccorso, inviandoci un sacco di spunti creativi e video tutorial di lavoretti da fare in casa: abbiamo utilizzato tempere e acquarelli per realizzare disegni meravigliosi, abbiamo lavorato e poi dipinto la pasta di sale ed il didò, abbiamo creato dei simpatici amici con i rotoli di carta o delle bellissime mazze da baseball, ed abbiamo trasformato le scatole delle uova in piccoli contenitori dove abbiamo piantato delle piantine.

Una delle attività che coinvolge tutta la famiglia è sicuramente il giardinaggio. Nelle giornate di sole, armati di guanti e paletta, ci divertiamo a piantare nuove piccole piantine nelle nostre fioriere per dare un po’ di colore alla nostra casa e al nostro terrazzo.

Non manca poi il tempo in cui ci dedichiamo a mettere le nostre “mani in pasta”, improvvisandoci chef di alto rango soprattutto nella preparazione di dolci e biscotti. C’è da dire che Duccio adora più mangiarli che farli!

I giochi in scatola e le carte sono ritornati in voga, soprattutto per il figlio più grande, così come i puzzle. Ma il vero vincitore, anche in questi giorni, è il pallone da calcio, una passione che unisce grandi e piccini! Ne abbiamo di tutte le misure, colori e materiali. Da mattina a sera passaggi, palleggi e tiri in porta sono all’ordine del giorno e rendono il salotto un campo di allenamento… si salvi chi può!

Mai come in questi giorni adoriamo la sera. Le maestre, grazie agli audio su WhatsApp, ci leggono una bella storia e ci mandano il loro bacio della buona notte.

E l’indomani siamo pronti a ricominciare con un sacco di nuove attività!

E voi come state organizzando, in questo periodo, le vostre giornate da mamma smart ?

Alessandra

Condividi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

TOP