Cambio di stagione fatto, la Primavera è arrivata! Adesso tocca a noi, perché arriva l’appuntamento con il cambio armadi, facciamolo in 5 mosse. - Corbelli 1958
Cambio di stagione fatto, la Primavera è arrivata! Adesso tocca a noi, perché arriva l’appuntamento con il cambio armadi, facciamolo in 5 mosse.

Della serie:   #iorestoacasa ma non con le mani in mano.   Per affrontare al meglio il cambio armadi è indispensabile approcciarsi con determinazione e armate di santa pazienza, occorre scegliere il momento giusto anche dal punto di vista psicologico: essere ben disposte sarà come aver fatto il 50% di questo lavoro che, puntuale, arriva con … Continua a leggere Cambio di stagione fatto, la Primavera è arrivata! Adesso tocca a noi, perché arriva l’appuntamento con il cambio armadi, facciamolo in 5 mosse.

Della serie:   #iorestoacasa ma non con le mani in mano.

 

Per affrontare al meglio il cambio armadi è indispensabile approcciarsi con determinazione e armate di santa pazienza, occorre scegliere il momento giusto anche dal punto di vista psicologico: essere ben disposte sarà come aver fatto il 50% di questo lavoro che, puntuale, arriva con il cambio delle stagioni, freddo/caldo o caldo/freddo.

In questo particolare periodo trovare il tempo non dovrebbe essere un problema, con le misure per il contenimento del coronavirus che ci impongono di restare in casa, organizzare una full immersion a tu per tu con l’armadio da spalancare, svuotare e pulire per poi sbarazzarci dei capi che non ci servono più e per far spazio a quelli della bella stagione sarà un gioco da ragazze!

  • Fare spazio: inizia a fare le cose a regola d’arte individuando un piano d’appoggio libero dove sistemare i vestiti man mano che vengono tolti dall’armadio e dove poterli suddividere subito in gruppi: quelli da mantenere, quelli da buttare senza indugio perché lisi oltre maniera e quelli da regalare.
  • Una profonda pulizia: una volta svuotate ante e cassetti bisogna togliere la polvere che si è depositata durante la stagione. Per fare una pulizia approfondita armiamoci di pennello, aspirapolvere, straccio inumidito e ‘olio di gomito’. Questa non è senz’altro la parte più divertente dell’impresa ma è un aspetto fondamentale che getta le basi per un eccellente risultato. Se l’ambiente è pulito, tutto risulterà più fresco e bello regalandoci soddisfazione e voglia di fare.
  • Riordinare: siamo al punto più critico, al punto di non ritorno, tutto è ovunque! Abiti sul letto, giacche al davanzale, sciarpe e berretti sulla poltroncina, calze, pigiami, accessori sul comò… lo sconforto prevale, ma per non cedere a questo stato d’animo controproducente, guardiamo dritte al traguardo finale e iniziamo a suddividere i capi per genere.
  • Ogni cosa ha il suo posto (e ogni posto ha la sua cosa): si comincia a vedere il frutto di tanto e ostinato lavoro. Adesso è il momento del vero cambio di stagione, let’s go! Ora non resta che appendere gli abitini leggeri e fluttuanti, le giacchine in pelle, il trench e il piumino primo peso, gli adorati jeans da tenere sempre a portata di mano, pantaloni in lino, gonne longuette e camicette impeccabilmente stirate. Troveranno spazio sugli scaffali golfini e t-shirt, magliette e foulard più o meno grandi. Facciamo un passo indietro e ammiriamo il capolavoro che si è compiuto, stanche morte ma fiere di noi stesse ! Come sempre J
  • Aria fresca, aria nuova. E anche se l’armadio è nuovamente pieno, nulla vieta di dare un’occhiata alle nuove tendenze di stagione. Vero che i negozi sono chiusi ahimè, ma il commercio non si ferma e noi come altri stiamo lanciando promozioni interessanti ed economicamente vantaggiose. Moda vuole che si rinnovi! Sì a qualche capo nuovo di zecca da sfoggiare appena sarà possibile fuori casa in compagnia dei nostri amici (presto presto!).

Perché #andràtuttobene

Armadio organizzato, buon umore ritrovato!

Un abbraccio
GiuseSantori

Condividi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

TOP